,

Le prime giornate del sinodo 2018

Una brevissima panoramica di questi primi giorni del sinodo delle chiese metodiste e valdesi in Italia.

Con il Culto di apertura (qui il video integrale), con l’ascolto e la preghiera, si è aperto domenica 26 agosto l’assemblea sinodale. Il culto è stato tenuto dal past. Emanuele Fiume, della chiesa valdese di via IV novembre di Roma. Testo della predicazione il capitolo 59 di Isaia. (Qui il testo completo della predicazione)

La predicazione ha tracciato un itinerario nell’oggi della società italiana e nell’oggi delle nostre chiese.

La prima giornata di lavori si è aperta con un momento di preghiera offerto dalla pastora Eleonora Natoli. Alcune parole che hanno risuonato: “mostraci Signore la tua bontà” e  la “giustizia”.E dall’apostolo “il senso della semina” . La pastora ha invitato a riflettere sul senso della sfida o le sfide della semina. Soprattutto la sfida contro le verità personali.

All’avvio dei lavori il moderatore, past. Eugenio Bernardini, ha illustrato il lavoro della Tavola  soffermandosi su due parole chiave: ascolto e prendersi cura. Da queste parole valoriali e/o sfide si è aperto il dibattito, subito dopo la relazione della Commissione d’esame che ha  disegnato una “controrelazione” non contraria ma integrativa di una chiesa riformata fragile, ma in cambiamento. Punto chiave: Esiste una grande ricerca di fede bisogna intercettarla. Creando percorsi. Costruendo percorsi nuovi.

La discussione dell’intera giornata  è stata su tre temi: vita delle chiese,  campo di lavoro ed essere chiesa insieme. Il dibattito è stato ampio, animato ed ha posto in essere le criticità delle nostre chiese, dal calo dei membri di chiesa, ai partecipanti al culto, ma con molti segni di novità positive che tracciano ottimismo per il futuro delle nostre comunità.

Nel pomeriggio due momenti hanno caratterizzato i lavori: la presentazione della ricerca RiSoRSE, Ricerca Sociologica su Rispondenze e Statistiche Ecclesiastiche del Centro Studi Confronti, (Qui la ricerca) uno strumento utilissimo e scientifico per conoscere lo stato delle nostre chiese. La nostra chiesa è stata parte del campione preso in esame.
Il secondo momento la consegna, da parte del World Methodist Council, del prestigioso World Methodist Peace Award all’OPCEMI rappresentato dalla presidente Mirella Manocchio.  (l’ articolo di NEV)
La giornata si è conclusa con la consueta serata pubblica.  (Il video integrale)

La Seconda Giornata si presenta da subito intensa. Dopo la profonda e impegnativa meditazione del pastore Marfè, ‪(Dio ci dona la salvezza un dono gratuito da accogliere senza sospetti e sovrastrutture. La gioia sarà la risposta che noi daremo al mondo), sul testo di Marco, è stato presentato il bilancio sociale. Il primo, un segnale di trasparenza e condivisione di quello che facciamo, di come lo facciamo e con quali risorse.
Il sinodo ha poi analizzato l’aspetto culturale: collegio valdese di Torre Pellice, il museo, l’archivio storico ecc
Nel pomeriggio ampia e animata discussione, positiva e fraterna, sul manifesto per l’accoglienza redatto dalla Fcei, che il Sinodo ha fatto proprio.
L’assemblea ha terminato i suoi lavori con l’analisi sui rapporti tra chiesa BMV, con il progetto di sinodoassemblea insieme, i rapporti ecumenici a 360 gradi.
La serata si é conclusa con il concerto, alla Chiesa Evangelica Valdese di Torre Pellice su inni e composizioni tratte dai Salmi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.