l termine diaconia deriva dal greco “diaconeo”, “servire”, e per la Chiesa metodista e valdese indica il servizio reso a coloro che ne hanno bisogno, quale segno dell’amore gratuito di Dio nei confronti di tutte e tutti.

Il servizio diaconale è parte integrante della vita della nostra Chiesa: assieme alla predicazione esso è lo strumento tramite il quale viene testimoniato il messaggio dell’Evangelo.

Mettersi al servizio dei più bisognosi non vuol dire, però, imporre al prossimo le proprie soluzioni. Ecco perché la DiaconiaValdese ha scelto di Servire, con le persone, abbandonando la logica del rapporto unidirezionale che parte da chi dà aiuto e raggiunge chi lo riceve, preferendo invece creare un rapporto di reciprocità, in cui chi aiuta e chi viene aiutato collaborano insieme per raggiungere un comune obiettivo, valorizzando al meglio i contributi che ciascuno può apportare, rispettando desideri, volontà e inclinazioni.

La nostra comunità è impegnata in vari progetti diaconali con al centro sempre la persona:

  • lo sportello lavoro e migranti, ospitato nei locali della nostra chiesa in via Firenze 38, Roma, aperto agli utenti ogni mercoledì dalle ore 9.30 alle ore 13.30
  • scuola di italiano per immigrati, presso la chiesa di ponte S. Angelo, organizza corsi di italiano per i richiedenti il permesso di soggiorno. Operatori e insegnanti provengono dalle varie comunità della consulta del territorio romano, compresi alcuni fratelli della nostra chiesa
  • Breakfast Time (partenza a breve) distribuzioni di una colazione calda ai senza fissa dimora del nostro territorio: una bevanda calda, un dolce, un panino per creare relazioni e farsi prossimi a vicenda.
  • Pacchi alimentari a sostegno delle famiglie in difficoltà economica
  • ecc. ecc.